Frittata di tarassaco

by Annarita Rossi

Per un certo periodo riesco a fare tante cose, ho energiaper stare dietro a tutto e poi puf, tutto si interrompe e una cosa si accavallaall’altra e mi sento sempre di rincorsa.  Questo periodo è un po’ così e non possosempre dare la colpa al clima, la verità è che certe piccole o grandipreoccupazioni mi bloccano e neanche le passioni mi sembrano poi cosìconsolanti. Fatico a rientrare nei ranghi e riprendere il filo. 

Comincio a farelunghe liste di to do che poi disattendo, mi sembra di essere tornata all’università quando spendevo più tempo a fareprogrammi di studio che a studiare davvero. Però poi arrivava il giorno dell’esamee davo il meglio di me, concentrandomi gli ultimi giorni in uno studio matto edisperatissimo con il risultato di essere però solo bruttarella e sgangheratacome Leopardi e non certo così brava. 
La mia testa è sempre piena di vorrei, avolte scoppia di propositi e idee ma poi il corpo non riesce a starle dietro evedo l’erba che cresce, la dispensa da sistemare, i post da scrivere, lericette da provare e l’entropia prende il sopravvento su di me e sulla miacasa. Ma il bandolo della  matassa allafine si trova e si riparte, sperando che tutto magicamente si sistemi. 
Ripartoda un piatto semplicissimo, una frittata di tarassaco che mi trasporta appieno  nella primavera e nelle primavere dell’infanziaa soffiare i fiori ormai diventati i “soffioni”.  E’ il classico piatto da picnic o almeno io lovedo così, da solo o dentro a un panino.

Il tarassaco si può trovare nei campi a primavera, io l’hotrovato al supermercato. Per sapere qualcosa in più su dove trovarlo e sullesue proprietà qui 

Tarassaco 300 g

Uova 6

Sale
Olio
Aglio 1

Fiori di tarassaco e borragine per guarnire

Lavare bene iltarassaco. Fare lessare lefoglie coperte d’acqua salata e lasciarle cuocere per 25 minuti o in pentola apressione per 15 minuti.

Strizzarebene e tagliare finemente con un coltello. Scaldare una padella con un filo d’olioe un aglio e  aggiungere il tarassacobollito, far insaporire.

Sbattere leuova e aggiungere il tarassaco ripassato. Mescolare e cuocere in una padellacon un filo d’olio fino a doratura. Servire caldo con i fiori eduli.

2 commenti

ilaria lotti 21 Maggio, 2015 - 4:22 pm

sicuramente nn riuscirai ad arrivare a tutto, (sapessi io invece!!) ma quello che fai, ti assicuro, lo fai sempre Egregiamente!

Rispondi
Annarita Rossi 24 Maggio, 2015 - 5:06 pm

Grazie Ilaria, non ne sono proprio sicura ma grazie lo stesso. Un bacione.

Rispondi

Lascia un commento

Potrebbero piacerti anche:

Questo sito usa i coockie per migliorare la tua esperienza. Spero che per te sia ok, ma se desideri saperne di più.... Accetto Leggi altro